Pizzeria Tatà

Le recensioni di Profumi dal Forno
Pizzeria Tatà
Roma
20 Settembre 2011
Recensione a cura di: 
Carlo
Pizzeria Tatà

Tatà è un ristorante/pizzeria sito nel cuore del quartiere Eur a Roma che si propone come "posto rilassante dove poter passare la pausa pranzo o godere di un aperitivo e dove poter cenare con la libertà di scegliere tra una pizza o un ottimo primo, tra carne di qualità o pesce freschissimo, dolci tradizionali o frutta di stagione".

Profumi dal forno ha ovviamente concentrato la sua attenzione sulla pizza, che il locale promuove sul proprio sito web come Napoletana che "cotta nel forno a legna, riesce a soddisfare tutti i palati, anche quelli più esigenti."

E quale palato più esigente dei nostri?

Il locale si presenta con un arredamento moderno, sobrio ed essenziale; si notano tra i clienti molti gruppi di professionisti e spiccano più giacche e cravatte che jeans e magliette.

L'atmosfera è rilassata (considerate che siamo di martedì) e tranquilla, i rumori ambientali non sono forti e si riesce a chiacchierare amabilmente senza troppe interferenze e rumori di fondo.

Iniziamo come sempre con il provare alcuni fritti, in particolare supplì e filetti di baccalà; questi non spiccano per la particolare qualità, l'impressione è di aver a che fare con prodotti da comune rosticceria surgelati di produzione industriale. Il lato positivo è che la frittura è fatta bene e non si percepiscono tracce di unto.

Abbiamo provato tre pizze diverse: la classica Margherita, una Fiori (mozzarella, fiori di zucca, pachino, olio e basilico) e una Tatà (pachino, grana, mozzarella di bufala cruda, olio e basilico).

La pizza si presenta morbida, senza alcuna croccantezza, al limite del "gommoso"; il fondo della pizza è sembrato eccessivamente cotto, addirittura nella margherita era percepibile un forte odore di bruciato nel momento in cui si avvicinava alla bocca e quindi anche al naso.

La cottura della superficie è sembrata corretta, con leopardatura evidente e senza eccessive zone bruciate sul cornicione; l'interno tuttavia è sembrato non perfettamente cotto, sembrerebbero esserci alcuni problemi nella gestione della temperatura del forno.

Gli ingredienti dei condimenti erano piuttosto generici, assolutamente non cattivi, ma senza acuti.

La pizza è risultata sufficientemente leggera, nessuna conseguenza digestiva notturna, anche se dopo averne mangiata una ci si sente già pieni.

I dolci non sono di produzione del locale, ma confezionati, quindi ci siamo astenuti.

La scelta delle birre è piuttosto limitata e poco ricercata, abbiamo optato per una classica peroni rossa.

Una nota negativa va fatta per il servizio, nel nostro caso è stato piuttosto scontroso e sbrigativo, considerando tra l'altro il giorno di scarsa affluenza si può gestire la clientela in maniera sicuramente più rilassata e cordiale.

Il conto è risultato nella media, forse leggermente alto se consideriamo le quantità prese e la qualità complessiva del cibo.

Il nostro personale giudizio finale è che si tratta di una pizzeria piuttosto generica, che non spicca per qualità del prodotto ma che non vi fa andare via neppure arrabbiati; se non avete aspettative troppo alte e cercate un posto tranquillo dove passare una serata senza la confusione tipica di una pizzeria, questo può essere il posto per voi.

Inserisci il tuo giudizio sul locale recensito
2.6
Media: 2.6 (5 voti)
Il tuo voto: Nessuno

Commenti

Quoto Carlo, parola per

2

Quoto Carlo, parola per parola , a me la pizza non è dispiaciuta comunque , il fatto che non fosse pesante la fa collocare nella fascia " pizze napolatane oneste" a Roma , prezzi leggermente alti considerati gli antipasti e i dolci confezionati

ciao !

JAWS

Sottoscrivo il giudizio

2

Facendo parte anche io della partita dei recensori, armati di digital nella fondina ;-)

La pizza non dispiace, i fritti nulla di particolare, pochissima scelta di birre.
L'elasticità della pizza personalmente l'ho trovata nei limiti, non la definirei gommosa, almeno nell'accezzione negativa, un po elastica si.
Probabilmente qualche ora di maturazione in più gli avrebbe giovato.

[color=#800000]www.profumidalforno.it[/color]
[color=#800000]Il sito amatoriale sui lievitati casarecci[/color]

"La gente non sa cosa vuole finchè non glielo fai capire...."

A pranzo? No, grazie

2

Lavoro a due passi dalla pizzeria Tatà e mi è capitato di andarci per pranzo. A mio giudizio, la qualità è peggiorata nel tempo e per contro i prezzi sono aumentati.
L'ultima volta che ci sono stato, la pizza era cotta in maniera abbastanza uniformeme e ben condita, ma non parliamo di digeribilità: mi ha accompagnato per tutto il pomeriggio :-P

X