Pizzeria Tonda

Le recensioni di Profumi dal Forno
Pizzeria Tonda
Roma
25 Agosto 2011
Recensione a cura di: 
Carlo
Pizzeria Tonda

Tonda è la nuova pizzeria romana nata dagli stessi autori di Sforno, una delle più famose ed acclamate pizzerie al piatto delle capitale.

Aperta da poco tempo nel quartiere Montesacro, Profumi dal Forno ha provato questa nuova pizzeria e vi riportiamo qui di seguito le nostre impressioni.

La prova ha avuto luogo in una calma serata appena a ridosso del rientro dalle ferie estive, quindi abbiamo potuto godere di una notevole calma e di un servizio veloce e cortese. Speriamo che anche in condizioni di alta affluenza, il servizio rimanga all'altezza.

La posizione non è sicuramente delle più favorevoli, situata in una strada secondaria in un quartiere molto affollato, come del resto la sua "sorella maggiore" Sforno e immaginiamo che non sarà semplice trovare parcheggio al di fuori del periodo festivo.

Il contesto non è sicuramente dei più invitanti, ma a noi interessa la pizza e non certo passare una serata romantica, quindi entriamo e vediamo cosa ci propone il menu.

All'interno il locale sembra più un fast-food che una pizzeria, sicuramente l'arredamento è poco curato e su tutto dominano i vivaci colori dei bicchieri e del logo del locale che rimbalza un po' ovunque.

Comunque poi chi se ne importa, basta che la pizza sia buona, giusto? Allora veniamo subito al cibo.

Abbiamo iniziato ordinando i fritti: supplì (nomi e ingredienti ricalcano quelli di Sforno e 00100 pizza), fiore di zucca e filetto di baccalà.

I supplì sono buoni, ma non buoni come quelli di Sforno e non buoni come quelli di 00100 pizza (che per me sono ancora migliori di quelli di Sforno); la panatura in particolare non mi ha convinto molto e anche il condimento non sembrava essere così deciso e netto ed i sapori risultavano poco distinguibili; Abbiamo provato l'amatriciano, il Supplong, l'ortolano ed il genovese, in genere quando li prendo da 00100 pizza ne vorrei sempre mangiare un'altro, qui mi sono sentito tranquillamente soddisfatto al primo giro.

Anche il fiore di zucca non è stato all'altezza, al posto della solita pastella, era fatto con una crosta che sembrava quasi una pasta di pane piuttosto molla. Il filetto di baccalà era fritto meglio e con una buona pastella ma, ahimè, rilasciava troppo olio.

Non vorrei dare una impressione troppo negativa: non si trattava di fritti cattivi, tutt'altro; ma se si hanno in mente gli analoghi fritti di Sforno e 00100 Pizza (per non parlare di quelli di Pizzarium), beh, qui stiamo decisamente indietro.

Veniamo alle pizze; le nostre ordinazioni sono state: Margheritissima (pomodoro, fior di latte, parmigiano e basilico), Funghi (pomodoro, mozzarella e funghi) e l'immancabile Greenwich (mozzarella, blue stilton e riduzione di porto).

Qui abbiamo ritrovato uno dei problemi a mio avviso più grandi di Sforno, ovvero la bruciatura di parti della pizza; considerando che questo locale si vanta del magnifico forno a legna, ci si aspetterebbe una cottura migliore e senza sbavature.

Anche la stesura è sembrata poco uniforme, in particolare la Margheritissima era molto piccola; non penso che i panetti siano di pesi diversi, quindi potrebbe essere che alcuni risultano più elastici di altri in stesura.

I condimenti in generale erano buoni, anche se la Funghi era un po' "scarna".

All'assaggio la pizza è risultata morbida e piuttosto scioglievole in bocca, ma non leggerissima nello stomaco; devo dire che finita la mia pizza non ero in grado di mangiarne ancora, e questo e tutto dire.

I dolci alla fine sono risultati buoni ma senza particolari note di merito.

Per concludere, la nostra opinione è che se devo scegliere dove andare, tra Tonda e Sforno preferisco il secondo. Fa un po' dispiacere soprattutto il fatto che su alcune cose che vengono fatte in tutti e tre i posti (come i fritti) qui sembra che non si sia all'altezza.

Alla fine due ulteriori curiosità: sbirciando sotto il bellissimo forno a legna abbiamo visto che vengono utilizzati per il fuoco i tronchetti di faggio "O solo mio" della Sitta (pare che siano effettivamente ottimi per i forni a legna); Inoltre era li un sacco di farina Alimonti Ciclamino, non so se è questa la farina che utilizzano per la pizza, sinceramente mi sarei aspettato qualcosa di diverso.

Il conto alla fine è stato onesto, meno di 30 euro a persona, considerando tutto quello che abbiamo preso. Il servizio è stato ottimo e il personale simpatico e cordiale, ma c'è da dire che, dato il giorno, il locale era praticamente vuoto.

Inserisci il tuo giudizio sul locale recensito
3.8
Media: 3.8 (5 voti)
Il tuo voto: Nessuno

Commenti

tonda

Ringrazio Carlo per aver stilato la recensione nata da una piacevole serata trascorsa insieme in questa pizzeria , ringrazio Arianna per aver fotografato ogni dettaglio e averci dato il suo prezioso parere femminile su ogni fritto , pizza e dolce , detto questo confermo il giudizio di Carlo su questa nuova pizzeria che sta comunque sempre un gradino sopra rispetto a tantissime altre della capitale e mantiene la qualita' e l'impostazione della sorella primogenita del quartiere Tuscolano , personalmente continuo a preferire Sforno a Tonda ma vorrei ritornare fra un po' di mesi per vedere se quest'ultima puo' riuscire a dare veramente del filo da torcere all'altro locale , da quello che abbiamo mangiato e osservato mi sento in disaccordo con altre recensioni lette in rete che lodavano questa nuova pizzeria come se fosse il non plus ultra delle pizzerie capitoline , io non ho visto un salto di qualita' rispetto a Sforno , ho visto un impostazione simile e con diverse note piacevoli ( cortesia e simpatia del personale , materie prime decisamente buone , ottimo assortimento di birre , tutti fattori riscontrabili anche nella prima pizzeria pero' ) , le aggiunte in carta sono il trait d'union tra Sforno e 00100 pizza ( trapizzini su tutte ) ma ripeto a mio parere Sforno sta sempre un gradino sopra .
Le pizze continuano ad avere questa pecca della cottura eccessiva ( bruciatura) su alcuni punti e la stesura sembrava riscontrare incordatura del panetto vista la dimensione della pizza che nel caso della Margheritissima da noi ordinata era un paio di cm abbondanti piu' piccola del piatto di portata .
L'impasto è buono e scioglievole forse un pelo poco alveolato sul cornicione , comunque non ho riscontrato pesantezza ne' sete notturna .
I dolci a me sono piaciuti , forse la crema catalana andava tirata fuori un po' prima dal frigo per renderla piu' morbida .
Abbiamo bevuto una piacevole padavena chiara alla spina , fresca, e non impegnativa , birra che trovo ideale in abbinamento ad una serata pizza e fritti .
Ho trovato singolare la scelta di non approfittare del brand " Sforno" e utilizzare un nome totalmente nuovo che non è riconducibile al primo rinomato locale , ma sono comunque sicuro che questa pizzeria avra' successo grazie alla professionalita' dei proprietari sempre attenti alla qualita' di materie prime e servizio

ciao a tutti

JAWS

ciao !

JAWS

X